Aprica

aprica
pagina principale / home page mappa del sito / site map Aprica Inverno Aprica estate Offerte Last Minute Hotel Stutture Ricettive Apppartamenti / Baite mappa Aprica home page
             
Home page Aprica Inverno/Winter Aprica Estate/Summer News ed  eventi aprica e dintorni / surrounding info aprica  
Aprica

 

 

 

 
Escursioni in Aprica, Valli di Corteno e dintorni
 

passeggiate escursioni in aprica e dintorni

   
   
MONTE PALABIONE

Da Malga Palabione si seguono le indicazioni del sentiero 327 (ex n.17) fino a quando, nei pressi della baia della "Careggia", incrocia il sentiero 341 (ex n.18). Si segue quest'ultimo tracciato che attraversa il bosco, una sciovia e giunge in località "Salina". Qui inizia il sentiero 340 (ex n.22). Si risale un pendio in sensibile pendenza tra rododendri e arbusti intercalati da cespugli d'erba. Poi si aggira sulla destra un dosso e ci s'immette in una pastura. E' la conca ai piedi del m. Palabione (il luogo, chiamato "Zucù" in dialetto locale, indica la presenza di un accumulo di grossi sassi ricoperti da vegetazione), unico tratto pianeggiante dell'intera ascesa. Attraversato il prato si comincia nuovamente a salire piegando leggermente a sinistra dove comincia il versante est della montagna. Arrivati sulla cresta si taglia in diagonale tra grossi sassi da sinistra a destra, fino a raggiungere il canalino che porta alla cima. Quest' ultima parte del percorso è in forte pendenza. Sulla cima del monte Palabione, meta abituale di un'ascensione e festa estiva, c'è una grossa Croce e la visuale sul passo di Aprica e sulla Val Campovecchio merita questa fatica.

 
 
PASSO BELVISO
Quota partenza.1.506
Quota arrivo:2.518
ore:3.30
Lunghezza:7Km 

A sud del lago Belviso, dopo averne percorso tutta la sponda sinistra, attraversato l'ultimo ponte, si procede sulla sponda destra della Valle di Pila, scostandosi più o meno frequentemente dal corso d'acqua. Arrivati alla testata della Valle, l'ascesa diventa impegnativa. Si risale il pendio posto sotto la balza rocciosa chiamata "Gronde di Pila", e si continua dapprima con larghe svolte e alla fine a zigzag (scale di Pila), fino a raggiungere il pianoro sul quale si trova la Malga di Pila, q. 2.010 (ore 1.50 dal fondo dell'invaso). Si passa, superando un dosso, nelle vicinanze del bivacco di proprietà dell'Azienda faunistica VaI Belviso-Barbellino. Per un buon tratto la salita è molto dolce, si procede con gradualità sino alle vicinanze di un canalino e si continua per dossi, anche con tratti ripidi, sino all’ultimo spiazzo, sotto il passo. La parte finale del percorso risale con progressiva ripidità il canale, o la sponda che porta al valico q. 2.518 (ore 3,30).
Sentiero 312 (ex n. 12) alle "Scale di Pila"

 

info C.A.I. APRICA  www.caiaprica.com

 
     
  Per informazioni:  
 
AZIENDA PROMOZIONE TURISTICA
Corso Roma150
0342 746.113
23031  APRICA (SO)
 
PRO LOCO DI S.PIETRO
Via Nazionale 572
0342 745.300
23031  APRICA (SO)
 
C.A.I. APRICA
Corso Roma 178
0342 746.184  info@caiaprica.com
23031  APRICA (SO)
 
  Web site: www.caiaprica.com  
 

 

aprica
           
  m  e  n  u